Una stagione 2015/2016 intensa per il team atleti Vert.

Da settembre 2015 infatti, con la spinta dei responsabili Stefano e Andrea, si e’ formata la prima squadra agonisti Vert Climb categoria juniores, composta da Tommaso (u14), Matteo (u16), Davide (u16), Martina (u18), Gaia (u18), Leonardo (u18), Elio (u18), Giosue’ (u18), Luca (u20), Giovanni (u20), Nicola (u20) e allenata da Dario, Federico, Andrea.

Obiettivo principale della stagione di preparazione e’ stata la qualifica ai nazionali giovanili che si svolgono ogni anno in quel di Arco, cornice arrampicatoria storica e grandiosa. Il percorso per accedere ai nazionali e’ passato come di consueto attraverso tutte le tappe regionali delle tre specialita: lead, boulder e speed, cui gli atleti sono tenuti a partecipare per poter avere il maggior numero di punti nella classifica combinata finale, che decide chi potra’ presentarsi al parterre di gara di Arco.

Adattando le varie metodologie d’allenamento alle caratteristiche degli atleti, ai loro punti forti ma soprattutto alle loro lacune, questi 8 mesi sono stati psicofisicamente impegnativi, ma hanno portato grandi frutti, conducendo il team attraverso svariati podi fino al tripudio finale durante l’ultima tappa del regionale, che ha decretato il passaggio di otto atleti su undici ai nazionali.

Consapevoli che dietro ad un semplice numero si nascondono tutte le gioie, emozioni, problematiche e difficolta’ di un’intera stagione, ecco i risultati finali del team.

Tommy, primo anno per lui tra gli U14, questo ometto stupisce tutti per la qualita’ della sua scalata, per la tecnica molto matura e la padronanza del gesto. Per un soffio non entra ai nazionali, ma siamo sicuri che continuando con la stessa passione, molti traguardi arriveranno tra le fortissime dita del piu’ giovane del gruppo.

Matteo, che dire, primo in lead, ha scalato con lo stile e l’ottima tecnica che gli appartiene, stupendoci sempre nelle vie di finale, dove e’ riuscito piu’ di una volta a ribaltare la classifica. Per i nazionali Matteo punta tutto su lead e boulder.

Davide, classe e potenza di dita. Avendo vinto la specialita’ boulder ed essendo cosi’ qualificato di diritto, ha potuto saltare alcune delle tappe regionali per dedicarsi alle competizione senior di coppa Italia. Un ottimo lavoro da parte sua e del coach, Federico Bagarin.

Martina, minuta ma incrollabile, tenace. Per lei questo e’ stato un anno di svolta. Prima assoluta in combinata, ha vinto la specialita’ lead e speed, realizzando il sogno di approdare ai nazionali, dove puntera’ tutto su boulder e lead.

Gaia, nonostante un difficile inizio di stagione, dovuto a piccoli ma fastidiosi traumi, Gaia ha saputo competere con avversarie di gran livello ma soprattutto contro difficolta’ di carattere mentale/emotivo, qualificandosi durante l’ultima tappa, dopo averci regalato una splendida gara lead e speed, nel suo stile tecnico, elegante e caratterizzato da una grande energia e focus sull’obiettivo. Ai naizonali gaia puntera’ tutto su lead e boulder.

Leonardo, ci ha fatto tremare quando ha dovuto saltare una tappa per problemi di salute. Ma questo atleta dalla devastante forma fisica non ha fatto una piega, e ha finito per essere primo in combinata, aggiudicandosi anche il primo posto nella categoria speed. Per Leo, si tratta della seconda qualifica consecutiva ai nazionali di Arco, dove puntera’ tutto su boulder e speed.

Elio, la macchina da scalata, si e’ qualificato di diritto essendo il campione regionale categoria senior. Durante la stagione ha quindi dedicato molto tempo alla preparazione per le gare di coppa italia lead, la specialita’ che preferisce. Atleta polivalente, ci ha stupiti anche in boulder, dove per un soffio non si e’ qualificato per le semifinali di coppia italia (senior!) durante la tappa di bolzano. Ad arco puntera’ tutto su lead.

Giosue’, una grande sorpresa della stagione. Dovete sapere che questo ragazzo talentuoso ed eclettico ha una doppia vita, che passa tra il free climbing e la musica, essendo il batterista ufficiale di una band. Ha quindi potuto allenarsi molto meno dei suoi ‘colleghi’, ma con un grande quarto posto assoluto, anche Gio partecipera’ ai nazionali di Arco, dove puntera’ tutto su boulder e speed.

Luca, una bella rivelazione! Dopo pochi mesi di allenamento riesce molto bene nelle tappe boulder, mostrandoci tutta la sua forza e determinazione, gridando “senza paura!” e chiudendo blocchi al quindicesimo tentativo. Con uno stupefacente quarto posto, anche Luca partecipera’ ai nazionali.

Giovanni, per lui l’ultimo anno in categoria juniores. Una stagione complessa e impegnativa per lui, in una categoria piuttosto selettiva. Con Gio abbiamo impostato il lavoro su una preparazione atletico-sportiva piu’ generale, tendente al boulder. Nonostante questo, con sorpresa di tutti, il nostro Gio ci ha stupiti durante l’ultima tappa lead, dove ha saputo sconfiggere piu’ di una difficolta’ e fare una buona gara. Ricordiamo il suo terzo posto in speed. Per un soffio non potra’ partecipare ai nazionali, ma tutto il suo programma di allenamento e’ ora rivolto alle gare di coppa italia boulder. La strada e’ lunga, l’entusiasmo alle stelle.

Nicola, il nostro atleta fuori provincia, non ha potuto allenarsi con noi per via della distanza. E’ stato quindi seguito con una scheda personalizzata. Durante l’anno ha fatto un’ evoluzione sbalorditiva migliorando in forza, esplositvita’, qualita’ della scalata. Pur non qualificandosi per i nazionali, ha conseguito eccellenti risultati su roccia, dove ha chiuso boulder fino al 7c+. Scherzando gli chiediamo spesso di trasferirsi in quel di milano, per potersi allenare con tutti noi e valorizzare al massimo le sue grandi doti di boulderista.

Lo staff Vert Climb ringrazia e si complimenta con tutto il cuore per la passione e lo sforzo incondizionato profusi nell’allenamento da questo fantastico team.

E ora, sotto con gli allenamenti per i tre magici giorni di Arco.