Fermati!

Sei il momento in cui la distanza tra due persone si scioglie, e io ti voglio fermare, scrivere.

Quando hai chiuso la porta, la finestra dell’androne ha vinto e mi ha convinto a scender per le scale, con questa milano appena fuori, notturna, bagnata, diversa, sconosciuta.

La forma che hai puo’ sembrarmi strana, ma non voglio questa volta illuminare di ragione ogni momento.

Voglio stare, e che il momento mi attraversi, parlando senza pensieri, usando solo vibrazioni.